Ad Agrigento sbarcano migranti in spiaggia dileguandosi mentre a Palermo gli agenti allontanano i pericolosi bagnanti

In this image taken from video, migrants scatter as a rubber dingy lands on the beach at Cadiz, southern Spain, Wednesday Aug. 9, 2017. Beachgoers watched as around two dozen suspected migrants scattering on the beach. Disembarkations by migrants on Spanish beaches aren't common but have happened before, especially at Spain's north African enclave cities of Melilla and Ceuta, which border Morocco. (Carlos Sanz via AP)
In this image taken from video, migrants scatter as a rubber dingy lands on the beach at Cadiz, southern Spain, Wednesday Aug. 9, 2017. Beachgoers watched as around two dozen suspected migrants scattering on the beach. Disembarkations by migrants on Spanish beaches aren’t common but have happened before, especially at Spain’s north African enclave cities of Melilla and Ceuta, which border Morocco. (Carlos Sanz via AP)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diminuita la gente in spiaggia, ma rimane tanta tra i viali della borgata marinara di Mondello a Palermo. E’ l’effetto dei controlli scattati da questa mattina da parte di polizia, carabinieri e capitaneria di Porto nel località balneare del capoluogo siciliano. E’ un continuo braccio di ferro: da un lato le forze dell’ordine che fanno spostare dall’arenile coloro che dopo il bagno vorrebbero distendersi al sole per asciugarsi, dall’altro fronte frotte di uomini, donne e bambini che irrompono in spiaggia non appena passati i controlli. Il numero delle persone oggi è comunque calato rispetto a ieri e a venerdì. I controlli questa mattina sono scattati dopo le dure parole del sindaco Leoluca Orlando che, dopo servizi televisivi, foto pubblicate sui giornali e sui social, aveva minacciato di chiudere gli spazzi pubblici. “Di fronte a questi comportamenti gravissimi e di fronte al loro numero spropositato, con decine di migliaia di persone a spasso, non ci sono controlli che possano tenere, non c’è presenza di forze dell’ordine che possa prevenire e reprimere.- aveva detto Orlando – Abbiamo voluto e dovevamo testare il senso di responsabilità dei cittadini. Ma se, come sembra, non c’è questa assunzione di responsabilità, sarà necessario già nelle prossime ore, d’intesa con le competenti autorità e con le stesse forze dell’ordine, un provvedimento drastico di inibizione dell’accesso alle aree pubbliche che oggi sono state prese d’assalto”.

Mentre   direttamente sulle coste della Sicilia laddove è più facile fare perdere le proprie tracce sono arrivati i migranti sbarcati sulla spiaggia di Torre Salsa. In mare, a poche decine di metri dalla spiaggia, è rimasto il barcone utilizzato per la traversata, quasi certamente partito dalla Tunisia da dove le partenze sono riprese massicce.

Carabinieri, polizia e guardia di finanza stanno setacciando tutte le strade e le campagne a monte della zona dello sbarco, tra Siculiama e Montallegro, alla ricerca delle persone sbarcate per evitare che sfuggano ai controlli e alla quarantena a cui vengono sottoposti tutti i migranti che riescono ad arrivare autonomamente in Sicilia.

Fonti: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/06/news/sbarco_in_spiaggia_nell_agrigentino_migranti_in_fuga_a_terra_caccia_all_uomo_per_evitare_che_si_dileguino_senza_controlli-255811412/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/05/10/fase-2-controlli-sulla-spiaggia-di-mondello-a-palermo-agenti-allontanano-bagnanti/5797425/

Ad Agrigento sbarcano migranti in spiaggia dileguandosi mentre a Palermo gli agenti allontanano i pericolosi bagnantiultima modifica: 2020-05-16T17:37:10+02:00da atleticanotizie
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment